Destinazioni Estero   Viaggi



Informazioni viaggio Svizzera
  0 0

 

Informazioni viaggio in Svizzera  (CH)

 

Fuso orario: stessa ora rispetto all'Italia.

Lingue: tedesco, francese, italiano e romancio (quest’ultimo parlato solo in alcune valli del Canton Grigioni).

Moneta: Franco svizzero

Prefisso per l'Italia: 0039
Prefisso dall'Italia: 0041

INFORMAZIONI GENERALI

Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese

Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità, da poter esibire in caso di richiesta da parte delle autorità locali. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
Il Paese aderisce all’accordo di Schengen.

A seguito dei ripetuti disagi, verificatisi ai danni di numerosi connazionali per il mancato riconoscimento delle carte di identità valide per l’espatrio prorogate (cartacee rinnovate con il timbro o carte elettroniche rinnovate con il certificato) da parte di alcuni Paesi, il Ministero dell'Interno ha emanato la Circolare n. 23 del 28.7.2010, con la quale ha comunicato che i possessori di carte d’identità rinnovate o da rinnovare possono richiedere al proprio Comune di sostituirle con nuove carte d'identità, la cui validità decennale decorrerà dalla data del nuovo documento.
E’ buona regola, in ogni caso, prima di recarsi all’estero, informarsi presso le Rappresentanze diplomatico-consolari presenti in Italia o il proprio agente di viaggio sui documenti richiesti per l’ingresso.
Ad ogni buon fine, si consiglia ai viaggiatori diretti verso le varie destinazioni estere di munirsi comunque di passaporto (la cui validità residua sia quella richiesta dal Paese di destinazione). Il passaporto resta infatti il principale documento per viaggi all’estero e non sono molti i Paesi che accettano carte d’identità.

 


Viaggi all'estero di minori: La normativa italiana prevede che anche i minori diretti all’estero siano muniti del proprio passaporto e/o della carta d’identità valida per l’espatrio. Al fine di evitare problemi alle frontiere, si raccomanda vivamente di informarsi - prima del viaggio - presso l’Ambasciata / Consolato del Paese che si intende visitare e presso la Questura o il Comune di residenza preposti al rilascio di tali documenti.

Visto di ingresso: non necessario

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna

Formalità valutarie e doganali:
Denaro.
L’importazione di valute aventi corso legale in Svizzera non è sottoposta a restrizioni particolari, fatte salve le misure di lotta alla criminalità.
Gli importi in contanti superiori a 10.000 euro devono essere dichiarati alle autorità doganali, sia in entrata sia in uscita dal Paese. Il nuovo, vincolante obbligo di dichiarazione si estende anche ad altri mezzi di pagamento, come assegni e cambiali.
Per le derrate alimentari, nonché per le bevande alcoliche, vigono disposizioni specifiche, consultabili, anche in italiano, sul sito internet dell’Amministrazione Federale delle Dogane www.ezv.admin.ch (anche in lingua italiana), alla voce “informazioni doganali per privati”.

Viaggiatori con animali:
Animali domestici.
Sono considerati animali domestici gli animali di compagnia che entrano accompagnati e che non vengono venduti. Questi animali possono essere introdotti esentasse quali beni personali senza autorizzazione. Sono fatte salve eventuali misure di protezione contro epizoozie.
Sono considerati animali domestici i cani, i gatti, i porcellini d'india, i criceti, i canarini, gli animali d'acquario, i conigli nani, i conigli, le tartarughe, i pappagalli, i serpenti e affini; non lo sono invece i cavalli, gli asini, i muli, i bovini, le pecore, le capre e i maiali.
Per cani, gatti e furetti vigono disposizioni speciali: questi animali devono essere vaccinati contro la rabbia (documento di vaccinazione) e recare un microchip o un tatuaggio. Per gli animali provenienti da Paesi a rischio rabbia che vengono importati per via aerea occorre una autorizzazione della polizia epizootica. Per i volatili provenienti da Paesi extra-europei (ad eccezione di Groenlandia e Islanda) occorre un certificato veterinario. Possono essere introdotti al massimo cinque esemplari.
Sono previste restrizioni per le specie protette dalla Convenzione CITES sul commercio internazionale delle specie minacciate.
Si raccomanda di consultare il sito web dell’Ufficio Federale di veterinaria www.bvet.admin.ch

 

Furto o smarrimento di documenti

A partire dal 28 maggio 2011 (a seguito dell’entrata in vigore del d.lgs n. 71/2011), in caso di smarrimento o di furto dei documenti di viaggio, l'Ufficio consolare italiano in loco potrà emettere - previa autorizzazione dell'Autorità italiana competente - un nuovo documento oppure rilasciare un documento di viaggio provvisorio (ETD - Emergency Travel Document). Conformemente alla normativa europea, tale ultimo titolo (ETD) potrà essere valido per il solo rientro in Italia o verso lo Stato di residenza permanente del connazionale o ancora, eccezionalmente, verso un’altra destinazione.
In ogni caso, sarà necessario presentarsi presso l'Ufficio consolare muniti, ove ammesso dalla normativa locale, della denuncia alle Autorità locali, di due foto formato tessera e di ogni altro documento (codice fiscale, tessera sanitaria, patente di guida, documenti emessi da altre amministrazioni etc.) o di testimoni che agevolino l'Ufficio consolare nella procedura di identificazione della persona.
Anche a tal fine, si consiglia sempre di conservare, in un luogo diverso dal quello in cui si custodiscono i documenti originali, una fotocopia dei documenti più importanti (passaporto, carta d'identità, carta di credito) per facilitare le procedure di assistenza. Si informa che, nei giorni prefestivi e festivi, tale forma di assistenza potrebbe essere preclusa a causa della chiusura degli Uffici stessi e differita, tranne che in situazioni di comprovata emergenza, al primo giorno lavorativo utile.

SANITÀ

 

Il livello del servizio sanitario è ottimo e i costi sono alti.
Per i cittadini italiani iscritti al Servizio Sanitario Nazionale, che si recano temporaneamente in Svizzera, come nei Paesi dell’Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo, è prevista la copertura delle spese sanitarie purché siano in possesso della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM); questo significa che - in caso di bisogno di cure mediche - presentando la TEAM all’ospedale pubblico o alla struttura convenzionata si ha diritto a tutte le cure medicalmente necessarie. Le prestazioni sono gratuite, salvo il pagamento dell’eventuale ticket o di altra partecipazione alla spesa che è a diretto carico dell’assistito. Qualora la TEAM non fosse stata accettata o l’assistito non l’avesse con sé, e fosse perciò necessario pagare le prestazioni di cui sopra, è possibile chiedere il rimborso delle spese anticipate presentando al proprio rientro in Italia la relativa documentazione alla ASL di appartenenza. Il rimborso verrà effettuato in base alle tariffe dello Stato in cui sono state erogate le prestazioni stesse. Informazioni dettagliate sul sito www.ministerosalute.it, sezione “Assistenza italiani all'estero”.

Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, una assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

 

VIABILITÀ

 

Patente
Italiana.

Assicurazione auto
Un veicolo con targa italiana è coperto dalla polizza nazionale.

Veicoli importati temporaneamente
Si ricorda a chi guida all'estero un'auto non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario, con firma autenticata dal notaio.

Rete autostradale

Pedaggio autostradale: per l'utilizzazione delle autostrade e semi-autostrade, i veicoli a motore e i rimorchi fino ad un peso totale di 3,5 t devono essere muniti di un autoadesivo (vignette) da applicare al parabrezza (auto + roulotte = 2 vignette); tale autoadesivo è valido per 14 mesi (ovvero i 12 mesi dell'anno solare + il dicembre dell'anno precedente + il gennaio dell'anno successivo; es.: la vignette 2011 vale dal 1° dicembre 2010 al 31 gennaio 2012.) Può essere acquistato presso alcuni uffici ACI provinciali, presso gli uffici di dogana svizzeri, presso gli uffici postali e le stazioni di servizio. Il costo è di 40 CHF/ 31,50 euro. La multa per chi ne fosse sprovvisto è di 100 CHF. Per ulteriori informazioni consultare il sito
www.aci.it/index.php?id=2068

 

Per utilizzare le autostrade e le superstrade svizzere tutti i veicoli devono essere provvisti di un contrassegno prepagato, conosciuto come “vignette”.

Esiste un solo tipo di contrassegno, che ha durata annuale ed è valido per tutti i veicoli a motore, i rimorchi e i caravan fino ad un peso totale di 3,5 t.

Costo e validità

Contrassegni autostradali svizzeri: costo e validità

 

Automezzi con peso totale fino a 3,5 t

Vignette annuale con validità 14 mesi (12 mesi dell'anno solare + dicembre dell'anno precedente + gennaio dell'anno successivo)

€ 31,50

Se si viaggia con un veicolo che traina una roulotte occorre acquistare due contrassegni.

Dove acquistare i contrassegni

E' possibile trovarli anche in prossimità della frontiera con la Svizzera, in tutti gli uffici doganali e nelle stazioni di servizio autostradali.

I contrassegni possono essere acquistati presso:

In pratica

La "vignette" è un contrassegno adesivo d’utilizzo semplice e pratico. Si deve esporre direttamente sul veicolo in modo ben visibile e controllabile dall’esterno, prima di imboccare l’autostrada. Sulle autovetture si applica all’interno del parabrezza, sul bordo sinistro o dietro lo specchietto retrovisore.

Una volta applicato, occorre essere certi che il contrassegno rimanga ben incollato direttamente sul parabrezza, senza l’aiuto di bande adesive o di qualsiasi altro mezzo ausiliario.

Per i rimorchi e i motocicli occorre applicare il contrassegno su una parte non asportabile, ma visibile del mezzo.
Non è possibile staccare il contrassegno per trasferirlo su un altro veicolo: la "vignette" rimossa perde la validità.

Sanzioni

La sanzione pecuniaria per chi è sprovvisto di contrassegno è di 100 CHF, oltre all'obbligo di acquisto di una "vignette" valida.



Norme di guida

IMPORTANTE rispettare i pesi  dei veicoli perché spesso i mezzi all’ingresso in frontiera vengono controllati


Equipaggiamento obbligatorio
Casco di protezione per motociclisti: obbligatorio.

Cinture di sicurezza, seggiolino per bambini: è obbligatorio allacciare le cinture di sicurezza dei sedili anteriori e posteriori (che ne siano equipaggiati); questo si applica al conducente e ai passeggeri maggiori di 12 anni, sia residenti che visitatori. Un bambino da 7 a 12 anni che viaggia sui sedili anteriori o posteriori deve essere trattenuto da una cintura di sicurezza o da un dispositivo di ritenuta per bambini. Tutti i bambini di età inferiore a 7 anni devono obbligatoriamente essere installati in un seggiolino o protetti da una cintura di sicurezza, sia sul sedile anteriore che su quello posteriore.

Uso dei fari: si raccomanda a tutti i veicoli di avere i fari anabbaglianti accesi anche di giorno , a prescindere dalle condizioni di visibilità. In prossimità di un tunnel, (segnalato da un pannello blu rettangolare con il simbolo dell'ingresso del tunnel) il conducente deve accendere gli anabbaglianti anche se il tunnel è ben illuminato. È vietato circolare tenendo accese solo le luci di posizione

Catene da neve
Quando è presente il segnale "catene obbligatorie". Il veicolo deve essere equipaggiato di catene su almeno 2 ruote motrici, oppure di gomme da neve.

Tasso alcolemico
Limite consentito: 0,05%.

Test di rilevamento: può essere richiesto a seguito di un incidente o per un controllo

AMBASCIATE E CONSOLATI

 

Ambasciata Italiana a Berna
Indirizzo: Elfenstrasse 14
CAP: 3006 Berna
Prefisso telefonico Paese: +41
Prefisso telefonico citta': 031
Telefono: 0041 31 350 07 77
Telefono di emergenza : vedasi cancelleria consolare
Telefax: 0041 31 350 07 11
E-mail: ambasciata.berna@esteri.it
Home page: www.ambberna.esteri.it


Cancelleria Consolare

Indirizzo: Belpstrasse 11 - BERNA
CAP: 3007
Prefisso telefonico Paese: +41
Prefisso telefonico citta': 031
Telefono: 0041 31 390 10 10/11
Telefono di emergenza: 0041 79 670 79 31
Telefax: 0041 31 382 49 32 10/11
Telefono di emergenza: 0041 79 382 49 32
E-mail: segreteria.consberna@esteri.it
Home page: www.ambberna.esteri.it


INDIRIZZI UTILI

 

Pronto soccorso: 144 (Ambulanza)
Polizia: 117 (pronto intervento)
Vigili del Fuoco: 118 (pronto intervento).
 Soccorso stradale :140 - In autostrada usare colonnine SOS.

Informazioni sulla transitabilità e sulle condizioni stradali in Svizzera:
centrale TCS tel. 0041 22 417 24 24 ( anche in italiano - tutti i giorni 24 h.)

sito web http://www.tcs.ch/main/it/home/
verkehrsinfo/strassenzustand.html
Pronto soccorso: 144 (Ambulanza)
Polizia: 117 (pronto intervento)
Vigili del Fuoco: 118 (pronto intervento).

Ente turismo svizzero: www.myswitzerland.com


Indirizzi utili in Italia

Per gli indirizzi e recapiti delle Ambasciate e dei Consolati del Paese accreditati in Italia, consulta il sito:
www.esteri.it/MAE/Servizi/Italiani/
RappresentanzeStraniere.htmd

Nota bene:

Le schede e gli avvisi per i viaggiatori che si recano all'estero sono basati su informazioni ritenute affidabili e disponibili alla data della loro pubblicazione e sono curate dal Ministero degli Affari Esteri e dall'ACI nell'ambito delle rispettive competenze.
Si ritiene opportuno porre in evidenza che le situazioni di sicurezza dei Paesi esteri possono rapidamente variare e che, nonostante la massima attenzione nel reperire le informazioni, i dati sono suscettibili di continue modifiche e aggiornamenti.
Sulla base di tali considerazioni è demandata ai singoli viaggiatori ogni decisione in merito al viaggio da intraprendere.

 

Informazioni turistiche Svizzera | Informazioni vacanze Svizzera | Documenti sanitÓ viabilitÓ Svizzera |

Nazioni

Ultimi inserimenti

Keyword density