Accessori   Camper



Truma a gasolio Combi D6
  3 0

Aspetti Positivi

 Per  il sistema di riscaldamento a gasolio la Truma praticamente ha convertito il suo celebre sistema di riscaldamento Combi installato come primo impianto, dalla quasi totalità dei costruttori. Per fare questo ha scelto la tecnologia acquisita nei sistemi di riscaldamento a gasolio dalla ditta Eberspacher, che ha prodotto un bruciatore specificamente costruito. E’ previsto unicamente il montaggio all’interno del veicolo, ha le stesse dimensioni e anche lo stesso aspetto dell’elemento tradizionale alimentato a gas. Identici anche i comandi. La nuova centralina microprocessori è dedicata a regolare il funzionamento per ottimizzare l’erogazione di calore per il massimo risparmio di carburante.

Descrizione del funzionamento

La stufa a gasolio Combi D è una stufa ad aria calda con boiler per l‘acqua calda integrato (capacità: 10 litri). Il bruciatore funziona con il supporto di una ventola; in questo modo, viene assicurato un funzionamento ottimale anche durante la

marcia.

Impostando la stufa in modalità funzionamento invernale si può riscaldare il locale e, contemporaneamente, produrre acqua calda; se occorre solamente l’acqua calda, è sufficiente selezionare il funzionamento estivo.

– Nella modalità di funzionamento estivo, l’acqua viene riscaldata con il bruciatore al livello minimo. Quando l’acqua è in temperatura, il bruciatore si spegne.

– Nel funzionamento invernale, la stufa seleziona automaticamente il livello di potenza necessario in base alla differenza tra la temperatura ambiente impostata e quella reale. A boiler pieno, l’acqua viene riscaldata automaticamente. La temperatura dell’acqua dipende dalla modalità di funzionamento impostata e dalla cessione di potenza calorifica. Quando la temperatura sulla valvola di scarico/di sicurezza automatica FrostControl è di circa 3 °C, essa si apre svuotando il boiler.

Qualità del carburante

Per il funzionamento, il riscaldatore ha bisogno di gasolio conf. DIN EN 590. Un funzionamento con biodiesel (PME, RME oppure AME), non è consentito.

Carburante in caso di basse temperature

Le raffinerie e le stazioni di servizio eseguono automaticamente un adeguamento alle consuete temperature invernali (diesel invernale).

Possono sorgere difficoltà a temperature inferiori a 0 °C, se il veicolo è ancora rifornito di diesel estivo. Se a basse temperature non sono disponibili gasoli speciali, p. es. diesel invernale, aggiungere petrolio o benzina seguendo le disposizioni del produttore del veicolo.

Temperatura

da 0 °C a -20 °C Diesel invernale

da -20 °C a -30 °C Diesel polare / artico

Le aggiunte di olio esausto non sono consentite!

Per garantire che dopo il rifornimento di diesel invernale o di altre miscele consentite, tutte le condotte del carburante del riscaldatore siano piene, il riscaldatore deve essere fatto funzionare per almeno 15 minuti.

Destinazione d'impiego

La stufa a gasolio Combi D è una stufa ad aria calda con boiler per l’acqua calda integrato (capacità: 10 litri). Questo apparecchio è stato concepito per l’installazione in caravan e autocaravan. Per l’utilizzo prolungato in riscaldamento a quote comprese tra 1500 e 2750 m, è necessario un kit Altitudine supplementare.

Scelta del posto

L'apparecchio e le relative condutture dei gas di scarico vanno sempre installati in modo da consentirne un facile accesso in qualsiasi momento per gli interventi di assistenza (in particolare all’allacciamento del combustibile e dell’acqua tramite l’apposito sportello, anta del mobile ecc.) e agevoli operazioni di smontaggio e montaggio.  La distanza tra l’apparecchio e le parti del veicolo o di mobilio limitrofe deve essere di almeno 10 mm su tutti i lati (almeno 5 mm rispetto al lato dell’attacco dell’acqua). Per riscaldare il veicolo in modo uniforme, installare la stufa quanto più possibile al centro del veicolo in un armadio, un vano di stivaggio o luogo analogo di altezza sufficiente, in modo tale che le tubazioni di distribuzione dell’aria da posare

siano all’incirca di uguale lunghezza. Il locale d’installazione deve disporre di aperture adeguate per l’aspirazione dell’aria . Rispettare le lunghezze massime consentite per i tubi del combustibile e i silenziatori di scarico dei fumi e aspirazione dell’aria. Non posizionare materiali termosensibili al di sotto dell’apparecchio (ad es. rivestimento di  pavimento in PVC e, cavi, etc.) poiché la temperatura sul fondo di quest’ultimo può diventare molto elevata. Per non danneggiare i componenti interni dell’apparecchio, non fissare cavi o tubi dell’acqua all’isolamento della stufa. Il funzionamento dei componenti più importanti del veicolo non dovrà essere ostacolato. II camini devono essere collocati in maniera che non sia possibile la penetrazione di gas esausti nell'abitacolo. Montare il camino a parete. Il camino a parete deve essere installato in modo che nel raggio di 500 mm (R) non si trovino bocchettoni o sfiati di serbatoi. Inoltre, ad una distanza di 300 mm non può essere presente uno sfiato per la zona abitativa o l'apertura della finestra.

Fissaggio dell'apparecchio

Verificare che il pianale, il doppio pianale o il doppiofondo del veicolo siano sufficientemente robusti da consentire il fissaggio della stufa. Qualora non siano idonei, realizzare prima una base di portata sufficiente (ad es. incollando una lastra di compensato al pianale). Avvitare la stufa al pianale, al doppio pianale o al doppiofondo del veicolo con le 4 viti B 5,5 x 25 in dotazione. A seconda della situazione di montaggio, la stufa può essere fissata anche con 3 viti. In tal caso, avvitare sempre i piedini in alluminio e uno qualsiasi dei piedini in plastica  al pianale del veicolo.

Conduzione dei gas di scarico e dell’aria di combustione

Per la stufa Combi D si devono utilizzare esclusivamente i set di tubi Truma (composti da silenziatori di scarico, tubo di aspirazione e silenziatori di aspirazione dell’aria), poiché l’apparecchio è omologato solo con questi tubi. Non piegare, né schiacciare questi tubi durante il montaggio. Sono disponibili i seguenti set di tubi:

Set di tubi 54 cm

Set di tubi 70 cm

Set di tubi 100 cm

Set di tubi 150 cm

Con camino a parete, possono essere posati tubi di lunghezza compresa tra min. 54 cm e max. 150 cm.

Montaggio del camino a parete

Montare il camino a parete su un superficie piana, lambita dal vento su ogni lato.

Apertura per il camino a parete

Fissare la dima di montaggio sull’esterno della parete del veicolo. Marcare i fori e l’apertura per il camino a parete. Togliere la dima e realizzare i fori e l’apertura.

Prima di praticare i fori, verificare sempre che non vi siano cavi, tubi del gas, parti del telaio o simili sottostanti

o nascosti!

Se necessario, riempire la parete del veicolo intorno all’apertura con un materiale adatto, in modo che le viti di fissaggio facciano una tenuta adeguata.

Montaggio della parte esterna del camino

Riempire la scanalatura della parte esterna del camino (8) con sigillante plastico da carrozziere. Non utilizzare silicone. Fissare quindi la parte esterna del camino alla parete del veicolo con 4 viti.

Montaggio del silenziatore di scarico al camino

– Far scorrere la fascetta sul tubo di aspirazione .

– Montare il silenziatore di scarico sul camino (con il lato a tenuta di gas – riconoscibile dall’o-ring – rivolto verso l’apparecchio .

– Inserire il silenziatore di scarico nel bocchettone del tubo di scarico obbligatoriamente fino all’arresto.

– Controllare dall’esterno che il silenziatore di scarico sia saldamente inserito nel bocchettone.

– Fissare il silenziatore di scarico nel bocchettone con la vite (3,5 x 13).

– Introdurre il tubo di aspirazione nel relativo bocchettone fino all’arresto, quindi fissarlo con la fascetta . Per lunghezze superiori a 60 cm, fissarlo alla parete con almeno una fascetta ZRS.

Fissare infine la copertura del camino alla parte esterna del camino con 4 viti.

Montaggio del silenziatore di scarico sull’apparecchio

Collegare sempre l’adattatore a tenuta di gas del silenziatore di scarico all’apparecchio. Sostituire l’o-ring danneggiato.

– Far scorrere la fascetta  sul tubo di aspirazione.

– Infilare la fascetta sull’adattatore in modo che le graffe lunghe  siano rivolte verso l’apparecchio.

– Infilare l’adattatore del silenziatore di scarico nel bocchettone sull’apparecchio fino all’arresto.

– Con le graffe più lunghe  della fascetta fissare il silenziatore del tubo di scarico al bocchettone e con quelle più corte  alla scanalatura dell’adattatore. Posizionare la fascetta in modo che non sporga dal bocchettone. Inserire il tubo di aspirazione sul bocchettone e fissarlo con la fascetta.

Montaggio del silenziatore di aspirazione dell’aria al camino

Montare il silenziatore di aspirazione dell’aria con il lato lungo rivolto verso il camino e quello corto verso l’apparecchio.

– Determinare la lunghezza di montaggio necessaria (eventualmente accorciare il lato lungo a seconda della situazione

d’installazione).

– Infilare la fascetta sul silenziatore di aspirazione dell’aria.

– Inserire il silenziatore di aspirazione dell’aria sul bocchettone fino all’arresto e fissarlo con la fascetta.

Montaggio del silenziatore di aspirazione dell’aria sull’apparecchio

– Infilare la fascetta sul silenziatore di aspirazione dell’aria.

– Inserire il silenziatore di aspirazione dell’aria sul bocchettone fino all’arresto e fissarlo con la fascetta.

Aspirazione dell’aria

L’aria di raffreddamento (aria aspirata) necessaria per il funzionamento del bruciatore viene aspirata dall’abitacolo del veicolo attraverso un ventilatore nel camino a parete. Le aperture di aspirazione dell’aria devono rimanere libere e l’ingresso di aria deve essere sempre garantito.

Aspirazione dell‘aria di ricircolo

L'apparecchio aspira l'aria attraverso un foro grande o tanti piccoli fori con una superficie totale minima di 150 cm² dal soggiorno (non vano posteriore) verso il vano di montaggio. Disporre le aperture di aspirazione dell’aria di ricircolo in modo che, in condizioni di funzionamento normali, non sia possibile aspirare i gas di scarico del motore del veicolo e della stufa. Con misure adeguate assicurare che l'aria calda, convogliata all'interno del veicolo, non possa essere contaminata.

Ripartizione aria calda

L’aria calda viene convogliata prevalentemente nel pavimento del vano abitabile per mezzo di tubi flessibili. I 4 bocchettoni sull’apparecchio sono predisposti per il tubo ÜR Ø 65 mm . Utilizzare esclusivamente tubi resistenti a pressione conformi ai requisiti di qualità Truma. Gli altri tubi che non soddisfano le nostre caratteristiche qualitative (in particolare la resistenza alla pressione di punta, il diametro del tubo e il numero di nervature) non possono essere assolutamente utilizzati. Se, in caso di spazio ristretto, il tubo dell’aria calda deve essere curvato fortemente appena dietro l’uscita dell’aria calda, consigliamo di usare la curva a 90° BGC. Questa curva consente di collegare il tubo dell’aria calda ÜR di Ø 65 mm o il VR di Ø 72 mm. Quando la lunghezza del tubo è inferiore a 2 m, non montare il diffusore più in alto rispetto al bocchettone del tubo dell’aria calda. Inoltre, se la lunghezza del tubo è inferiore a 50 cm, il tubo deve formare un sifone tra il bocchettone e il diffusore. Così facendo, si evita che il veicolo si riscaldi in modo non voluto durante l’estate per convezione (per effetto del camino). I tubi per la distribuzione dell‘aria calda devono essere inseriti saldamente nei bocchettoni. Per migliorare la tenuta, è stato  applicato un fermaglio ad ogni bocchettone.

Collegamento del combustibile

Per far funzionare la stufa, occorre utilizzare gasolio conforme alla norma DIN EN 590. Il combustibile viene prelevato dal serbatoio del veicolo .  Per l’installazione usare solo i tubi flessibili e le condotte del combustibile compresi nel volume della fornitura.

Lunghezza consentita dei tubi del combustibile

La lunghezza massima del tubo del combustibile è di 2 m per il lato aspirazione e 6 m per il lato di compressione.

Avvertenze di sicurezza per la posa dei tubi del combustibile

Accorciare tubi rigidi e flessibili del combustibile solo utilizzando una taglierina per tubi flessibili o un coltello affilato. Non schiacciare le parti tagliate, che devono anche essere prive di bavature. Fissare saldamente i tubi del combustibile per evitare danni e/o la formazione di rumori dovuti alle vibrazioni (valore indicativo consigliato: fissaggi ad una distanza di 50 cm circa). Proteggere i tubi del combustibile contro eventuali danneggiamenti meccanici. Posare i tubi del combustibile in modo che le torsioni del veicolo, i movimenti del motore e simili non possano influire minimamente sulla stabilità degli stessi. Proteggere le parti di adduzione del combustibile dal calore che potrebbe comprometterne il funzionamento (utilizzare tubi flessibili coibentati in tessuto in fibra di vetro con rivestimento in alluminio). Non far passare mai, né fissare i tubi del combustibile direttamente accanto ai componenti per lo scarico dei gas della stufa o del motore del veicolo. In caso si incrocino, verificare che vi sia sempre una distanza sufficiente dalle parti molto calde, inserendo eventualmente lamiere di protezione contro l’irraggiamento termico. Nel collegare tra loro i tubi rigidi del combustibile con un tubo flessibile, montare sempre i tubi del combustibile a battuta, in modo da evitare la successiva formazione di bolle.

Montaggio della pompa dosatrice

Installare sempre la pompa dosatrice con il lato di compressione (direzione di mandata) rivolto verso l’alto in direzione ascendente. Proteggere la pompa dosatrice dal surriscaldamento (temperatura max. d’esercizio 40 °C); non montarla quindi in prossimità dei silenziatori e dei tubi di scarico.

Posizione di montaggio della pompa dosatrice Altezza di aspirazione e compressione consentita della pompa dosatrice

Altezza di compressione dal serbatoio del veicolo alla pompa dosatrice: a = max. 1500 mm Altezza di aspirazione con serbatoio del veicolo senza pressione: b = max. 1000 mm Altezza di aspirazione con un serbatoio del veicolo in cui si forma una depressione in fase di prelievo (valvola da 0,03 bar nel tappo del serbatoio): b = max. 400 mm Altezza di compressione dalla pompa dosatrice alla stufa: c = max. 2000 mm

Fissaggio della pompa dosatrice

Fissare la pompa dosatrice in un punto idoneo sul veicolo utilizzando l’angolare e il supporto forniti.

Collegamento della stufa e della pompa dosatrice alla tubazione del combustibile

Marcare il foro per il passaggio del tubo del carburante (in flessibile fonoassorbente) e del cavo di collegamento della pompa dosatrice in un punto idoneo sul pianale del veicolo.  Prima di praticare i fori, verificare sempre che non vi siano cavi, tubi del gas, parti del telaio o simili sottostanti o nascosti! Quindi, sigillare le superfici lavorate delle aperture nel pianale del veicolo con una protezione sottoscocca. Posare il tubo del combustibile e il cavo di collegamento della pompa dosatrice in modo che non sfreghino tra loro. In caso di passaggio in pareti metalliche, ad esempio, utilizzare anche isolatori passanti o paraspigoli per proteggere i cavi dagli spigoli vivi. Posare il tubo del combustibile lato a pressione nel flessibile fonoassorbente in gomma spugnosa fornito. Collegare il tubo del combustibile (inserito nel flessibile  fonoassorbente) alla stufa e alla pompa dosatrice come illustrato nel disegno. Con gli appositi supporti oppure in modo più lasco con fascette serracavi (ca. ogni 50 cm), fissare il tubo flessibile fonoassorbente insieme con il cavo di allacciamento al veicolo.

Kit di prelievo dal serbatoio

Per collegare la pompa dosatrice all’alimentazione del combustibile del veicolo si utilizza un kit di prelievo dal serbatoio specifico per ogni veicolo. I kit di prelievo dal serbatoio sono disponibili su richiesta.

Collegamento acqua

Per il funzionamento del boiler possono essere usate tutte le pompe a pressostato o ad immersione fino a 2,8 bar, nonché tutti i miscelatori, con o senza interruttore elettrico. In caso di utilizzo di pompe sommerse, montare una valvola antiritorno  tra la pompa e la prima diramazione. Nell‘installare la valvola antiritorno, fare attenzione alla direzione di flusso. In caso di utilizzo di pompe prementi con elevata isteresi di commutazione l'acqua calda può rifluire attraverso il rubinetto dell'acqua fredda. Come dispositivo antiriflusso si consiglia di installare una valvola antiritorno (40 – non compresa nella fornitura) tra l‘uscita del rubinetto dell‘acqua fredda e il FrostControl. Nell‘installare la valvola antiritorno, fare attenzione alla direzione di flusso. Per il collegamento dell’apparecchio e degli accessori si devono usare tubi flessibili compatibili con l’acqua potabile, resistentialla compressione e all’acqua calda fino a + 80 °C, con un diametro interno di 10 mm.  Per la posa di tubi rigidi (ad es. sistema John Guest), Truma offre come accessorio i raccordi ad angolo, il FrostControl  e una valvola anti-ritorno con raccordo interno di Ø 12 mm. In questo caso, consigliamo di utilizzare esclusivamente tubi, manicotti di supporto e anelli di sicurezza John Guest. Nel caso di collegamento ad una centrale rete di distribuzione idrica (urbana o regionale) o di utilizzo di pompe con potenza maggiore, impiegare un riduttore di pressione per evitare la formazione nel boiler di pressioni superiori a 2,8 bar. Installare le tubazioni flessibili dell'acqua per tratti brevi e senza flessioni. Fissare tutti i collegamenti (anche quelli dell'acqua fredda) con fascette per tubi flessibili! Il riscaldamento dell‘acqua e la conseguente dilatazione possono far sì che, prima che intervenga la valvola di sicurezza, si accumulino pressioni fino a 3,8 bar nel FrostControl (possibile anche in caso di utilizzo di pompe sommerse). Per fissare i tubi flessibili alla parete o al pavimento, si consiglia di utilizzare le clip di fissaggio SC. Queste clip consentono di posare i tubi flessibili dell‘acqua sui tubi di distribuzione dell‘aria calda della stufa senza pericolo che gelino.

Montaggio del FrostControl (valvola di scarico/di sicurezza) Montare il FrostControl nelle immediate vicinanze della stufa nel locale riscaldato in un punto ben accessibile per l‘utente. Attenzione: l‘interruttore rotativo e il pulsante  devono rimanere accessibili per l‘uso. Nello scegliere la posizione, fare attenzione a non montare il FrostControl in prossimità di fonti di calore esterne (ad es. apparecchi di rete) o direttamente vicino a tubi dell‘aria calda! Effettuare lo scarico direttamente all’esterno in punti protetti contro gli spruzzi (eventualmente montare la protezione antispruzzo). Eseguire un foro di Ø 18 mm nel pianale del veicolo. Inserire il flessibile di sfiato nel manicotto, farli passare entrambi attraverso il pianale e portarli all'esterno. Sigillare la fessura tra il flessibile di scarico e il foro dal basso con sigillante plastico per carrozzerie. Fissare il FrostControl con 2 viti B 5,5 x 25 (comprese nella fornitura).

Installazione delle tubazioni per l'acqua Collegare la mandata dell‘acqua fredda al FrostControl. Per garantire il perfetto funzionamento della valvola di scarico/di sicurezza, posare i tubi flessibili dell‘acqua senza tenderli! Inserire il raccordo ad angolo sul tubo di collegamento dell‘acqua fredda e il raccordo ad angolo con valvola di sfiato integrata sul tubo di collegamento dell‘acqua calda finché si arrestano in posizione. Verificare che i raccordi ad angolo siano inseriti saldamente in posizione provando a tirarli. Realizzare il collegamento flessibile per la mandata dell‘ acqua fredda tra il FrostControl e la mandata sul boiler. Posare le tubazioni di mandata dell’acqua calda dal raccordo angolare con valvola di sfiato integrata  al punto di consumo dell’acqua calda. Introdurre il tubo di sfiato con Ø esterno di 11 mm sull’imboccatura del tubo della valvola di sfiato e spostarlo verso l’esterno, facendo attenzione a non piegarlo e mantenendo un raggio di curvatura non inferiore a 40 mm. Tagliare il tubo flessibile di sfiato circa 20 mm al di sotto del pianale del veicolo con un‘inclinazione di 45° rispetto alla direzione di marcia.

Montaggio del sensore della temperatura ambiente Nella scelta del posto verificare che il sensore della temperatura ambiente non sia esposto a fonti di calore dirette. Per una regolazione ottimale della temperatura ambiente si consiglia di installare il relativo sensore al di sopra delle porte di ingresso.
Montaggio dell‘unità di comando

Prevedere la sistemazione dell‘unità di comando in un punto ben visibile. La fornitura comprende un cavo di collegamento di 3 m di lunghezza. Eseguire un foro di Ø 55 mm. Inserire il connettore del cavo di collegamento  sull‘unità di comando . Prestare attenzione che il connettore si inserisca nell‘unità di comando con uno scatto. Fissare il cavo di collegamento nel passacavi dell'unità di comando, farlo passare dietro e collegarlo alla stufa. Fissare l’unità di comando con 4 viti e inserire il telaio di copertura

Accessori per l’unità di comando

– Cavo per unità di comando di 6 m di lunghezza

– Innesto

– Prolunga di 3 m di lunghezza comprensiva di innesto

– Prolunga di 6 m di lunghezza comprensiva di innesto

Come finitura estetica per le cornici, Truma fornisce elementi laterali in 8 colori diversi. Rivolgersi al proprio rivenditore.

Collegamenti elettrici

Posare i cavi di collegamento in modo che non sfreghino. In caso di passaggio in pareti metalliche, ad esempio, utilizzare anche isolatori passanti o paraspigoli per proteggere i cavi dagli spigoli vivi. I cavi di collegamento non devono essere fissati a parti metalliche della stufa, al tubo di scarico e ai tubi dell’aria calda, né venire a contatto con essi.

I collegamenti elettrici si trovano sotto il pannello di coper tura. Per toglierlo, premere e contemporaneamente spingere in direzione della freccia. Nel togliere/mettere il pannello di copertura, fare attenzione a non lasciar fuori o schiacciare i

cavi di collegamento. Eseguire tutti i collegamenti alla stufa con cavi di collegamento non tesi. Ciò impedisce che la condensa possa penetrare all‘interno dell‘apparecchio attraverso i cavi di collegamento. I cavi di collegamento e i connettori non devono essere sottoposti a forze. Per scaricare la trazione, unire i cavi di collegamento  con una fascetta fermacavo ciascuno e fissarli all’alloggiamento. Tutti i cavi devono essere fissati saldamente e non devono allentarsi o staccarsi in seguito a scossoni; in caso contrario,sussiste un pericolo d’incendio! Collegamento a 12 V Cavi elettrici, centraline o moduli di comando per stufe dovranno essere installati nel veicolo in modo da non  pregiudicarne il corretto funzionamento in condizioni di esercizio normale. Proteggere tutti i cavi, disposti all'esterno, contro gli spruzzi d'acqua sui passacavi. Per interventi su componenti elettrici staccare le spine per l'alimentazione elettrica. Non è sufficiente disattivare l’unità di comando! Per lavori di elettrosaldatura su carrozzeria staccare la stufa dalla rete di bordo. La stufa è provvista di protezione contro l‘inversione di polarità. Se si collega la stufa invertendo la polarità, i LED non funzionano. Dopo aver ripristinato la giusta polarità e aver sostituito il fusibile della stufa  è possibile continuare a utilizzare la stufa. Per garantire un’alimentazione elettrica ottimale, il riscaldamento deve essere collegato alla rete di bordo protetta (fusibile nell’impianto elettrico centrale 20 A). Collegare la linea negativa alla massa centrale.

Lunghezza cavo Sezione

– 5,0 m

5,0 m – 7,5 m

2 x 4,0 mm²

2 x 6,0 mm²

In caso di collegamento diretto alla batteria proteggere la linea positiva e la linea negativa. Per i collegamenti, si consiglia l‘utilizzo di connettori piatti completamente isolati da 6,3 mm. Sul cavo di alimentazione non collegare altri utilizzatori! Se si utilizzano alimentatori o apparecchi di rete, assicurarsi che forniscano una tensione in uscita regolata compresa tra 11 V e 15 V e che l‘oscillazione della tensione alternata sia < 1,2 Vpp. Per i diversi campi d’impiego consigliamo il carica-batterie automatico della Truma. Per informazioni rivolgersi al rivenditore di zona. Utilizzare i caricabatteria solo con una batteria da 12 V come buffer. Collegamento del sensore temperatura ambiente sulla stufa Inserire il connettore del cavo di collegamento sull‘attacco (non occorre fare attenzione alla polarità). Collegamento dell‘unità di comando sulla stufa

Inserire il connettore del cavo di collegamento in uno degli attacchi. Prestare attenzione che il connettore si inserisca con uno scatto. Collegamento della pompa dosatrice Se per riempire i tubi del combustibile, si utilizza un riempitore automatico, realizzare il collegamento elettrico alla pompa dosatrice dopo aver effettuato il riempimento. Inserire il connettore del cavo di collegamento sulla pompa dosatrice e il connettore sul collegamento della stufa. Prestare attenzione che i connettori si inseriscano in posizione con uno scatto. Avvolgere il cavo in eccesso e fissarlo in un punto adatto con opportune fascette. Collegamento del ventilatore di aspirazione

Inserire il connettore del cavo del ventilatore di aspirazione sul collegamento della stufa. Prestare attenzione che il connettore si inserisca con uno scatto. Avvolgere il cavo eccedente e fissarlo con fascette serracavi in un punto adatto.

Vista interno del veicolo

Prima messa in funzione

Alla prima messa in funzione di un apparecchio nuovo di fabbrica è possibile si verifichi per breve tempo una leggera emissione di fumo e di odori. Riempimento dei tubi del combustibile Per riempire i tubi del combustibile, è solitamente necessario avviare più volte la stufa, se non si utilizza un riempitore automatico. A tale scopo, accendere la stufa dall’unità di comando. Per ogni processo d’accensione, la stufa esegue 2 tentativi di avvio (primo avvio e avvio ripetuto) della durata di 2 minuti ciascuno. Se, dopo l’avvio ripetuto, non viene rilevata la fiammella, la stufa va in modalità guasto e deve essere spenta e riaccesa dall’unità di comando. Dopo un totale di 15 tentativi infruttuosi d’avvio (primo avvio e avvio ripetuto) senza che si accenda la fiammella, la stufa va in blocco. Per eliminare il blocco, rivolgersi al centro di assistenza Truma . Dopo aver riempito i tubi del combustibile, verificare la tenuta dei tubi e dei punti di collegamento.

riscaldatori a gasolio | installare un riscaldatore a gasolio |

Ultimi inserimenti

Keyword density