Destinazioni Italia   Viaggi



San Gimignano in camper
  2 0

 SAN GIMIGNANO e DINTORNI

 

 Nella serata sistemazione libera nella città di San Gimignano, nell’area di sosta Santa Lucia GPS: 43° 27' 6,527" North 11° 3' 20,232" East Il parcheggio si trova in località Santa Lucia a 3 km dal centro di San Gimignano nei pressi di una zona ricreativo-sportiva ( piscina comunale, campi da tennis, camping, bar e ristorante). area di sosta Santa Lucia può ospitare 50 camper. La tariffa oraria è di € 1,00 La tariffa giornaliera è di € 11,00. I pagamenti in cassa automatica sono consentiti solo in contanti. L'area è servita durante tutto l'anno da una linea di trasporto pubblico locale Linea 1 che collega l'area al centro Città. Nei pressi dell'area è disponibile un servizio gratuito di camper service per carico e scarico acque.

o adiacente al campetto da calcio in fondo alla via, in parcheggio pubblico, tranquillo, pianeggiante, illuminato .

La mattina   visita della città di San Gimignano con guida turistica costo 140,00 euro da dividere fra tutti i partecipanti  Http://www.guidesiena.it/it/home.html

Cosa vedere a San Gimignano

Piazza del Duomo

Racchiude importanti gioielli architettonici del '300 come il Duomo, le Torri gemelle, il vecchio Palazzo del Podestà con la torre detta Rognosa che, fino a tutto il 1300, fu usata come prigione ed all'interno del quale oggi trova spazio il suggestivo Teatro dei Leggieri.
Ed ancora, il Palazzo Comunale, edificato sui resti di un edificio preesistente fra il 1289 e il 1298 per accogliere la dimora del Podestà. Interessante la Pinacoteca dove si trovano opere dalla seconda metà del '200 fino a quelle del 1500, di cui la più importante è una grande pala del Pinturicchio dipinta nel 1511. Si può visitare anche la Torre Grossa, la più alta torre della città, da cui è possibile vedere un panorama che spazia dalla Valdelsa fino alle Alpi Apuane e alla montagna pistoiese. Il Palazzo della Propositura, posto tra il Duomo e il Palazzo Comunale, conserva importanti opere come la loggia dell'Annunciazione, sul lato destro della piazza, con formelle e bassorilievi di cui la più importante quella che ritrae il battesimo di Gesù; e il bellissimo affresco dell'Annunciazione del Ghirlandaio nella parete di fondo del loggiato.

Piazza della Cisterna

Antica sede di botteghe e taverne, e deve il suo attuale nome al pozzo ottagonale in travertino, che ne occupa la parte centrale. Sulla piazza, di forma triangolare con una lieve pendenza naturale, si affacciano torri e palazzi importanti in rara armonia.
Gli edifici più significativi sono Palazzo Razzi, Casa Silvestrini e Palazzo Tortoli accanto ad una torre mozza già appartenuta al capitano del popolo. Piazza della Cisterna è collegata alla vicina Piazza del Duomo da un passaggio aperto.

La Casa di Santa Fina

Casa della giovanissima beata, che passò molto tempo della sua breve vita immobilizzata su una tavola di legno nella cantina delle sua povera casa per amore di Cristo. La casa, ora trasformata in cappella, si può visitare ogni 12 marzo, festa della Santa.

La Rocca di Montestaffoli

Realizzata dai Fiorentini nel 1353, proprio quando San Gimignano si sottomise a Firenze, per respingere eventuali attacchi che potessero venire da Siena o ribellioni sorte all'interno della stessa città. È qui nell'ambito della festa medievale della fine di giugno che si svolge "La Giostra dei Bastoni".

Il Duomo

Basilica di Santa Maria Assunta, monumento dell'architettura romanica in Toscana, in origine nacque intorno all'anno 1000 come semplice pieve e poi venne ampliata nel corso dei secoli. L'interno della Basilica è interamente affrescato: troviamo Storie del Nuovo Testamento, affreschi attribuiti alla Scuola di Simone Martini, e Storie del Vecchio Testamento ad opera di Bartolo di Fredi. Da notare due bellissime statue lignee di Jacopo della Quercia.

La Chiesa di San Bartolo e i resti della chiesa di San Francesco

Apparteneva all'ordine francescano ed era stata precedentemente una Magione del ricco ordine di quei monaci-soldati che avevano il compito di difendere il Santo Sepolcro, servendo anche per il ricovero dei pellegrini e dei viandanti della Via Francigena.

Chiesa di Sant'Agostino

Un immenso patrimonio di opere d'arte di magnifica bellezza. Tra queste si ricordano: l'Altare di San Vincenzo, tavola del 1494, realizzata da Francesco Fiorentino, l'affresco della Pietè, opera di Vincenzo Tamagni; un ciclo di affreschi e il San Sebastiano di Benozzo Gozzoli, l'Altare della Madonna delle Grazie che incornicia un affresco di Lippo Memmi.

Chiesa di San Pietro in Forliano

Una delle più antiche di San Gimignano (XII sec.), con pareti ricche di affreschi originali come quello della Madonna che porta per mano il bambino Gesù, tra San Pietro e San Giovanni Battista, attribuito a Lippo Memmi.

 

Nella sera  trasferimento da San Gimignano alla cantina Bartali Casa Vinicola Alberto Bartali & Figli s.r.l Strada dell'Abate, 3 53035 - Castellina Scalo (SI) dove sarà possibile sostare gratuitamente GPS N. 43,41478° E. 11,21074°.

22 km.

 Possibilità di visita della cantina con degustazione gratuita del vino Chianti.

Mattina  tradizionale colazione pasquale a cura dei partecipanti.

Nel primo pomeriggio con il treno ci recheremo a visitare la città di Certaldo  
 partenza alle ore 15:01  arrivo a Certaldo 15:24 numero treno 11766 costo 3 euro

Rientro alle 19:36 Certaldo arrivo a Castellina In Chianti-Monteriggioni 20:01

 

Cosa vedere a Certaldo Alto

Palazzo Pretorio

Palazzo Pretorio è il simbolo di Certaldo e il più importante edificio della cittadina medievale; nato come castello dei conti Alberti nel XII secolo, insieme alla vicina Chiesa dei Santi Tommaso e Prospero è parte di un unico percorso museale. Di notevole interesse la Camera del Cavaliere, al cui interno troviamo una Madonna col Bambino del 1489 di Pier Francesco Fiorentino e una Crocifissione del 1478, e la Camera delle Sentenze che ospita una Pietà.
Il palazzo ospita anche le vecchie e anguste prigioni, mentre al piano superiore si tengono esposizioni stagionali di arte contemporanea. Il cortile interno è stato trasformato in giardino dall'artista Hidetoshi Nagasawa e ospita una casa da tè giapponese.

Palazzo Stiozzi Ridolfi

Palazzo Stiozzi Ridolfi occupa un intero isolato nel vecchio castello, formato da un palazzo, due torri che si affacciano rispettivamente su costa Alberti e via Boccaccio, e da un grande cortile interno con loggiato, colonne in cotto e capitelli in tufo. Il palazzo risale al XIV secolo e probabilmente il loggiato interno ospitava il mercato.

Casa del Boccaccio

La Residenza del noto scrittore si affaccia sulla via principale del borgo, appunto via Boccaccio. Oggi è la sede di un'importante biblioteca e del centro studi sul Boccaccio.

Chiesa S.S. Jacopo e Filippo

La Chiesa dei Santi Jacopo e Filippo è una costruzione romanica del XIII secolo, ospita un chiostro e il museo di Arte Sacra. Al suo interno sono conservate le spoglie di Beata Giulia dalla Rena e del Boccaccio.

Palazzo Giannozzi

Palazzo Giannozzi è caratterizzato da strutture trecentesche e rinascimentali, sotto il quale passa forse una delle vie più caratteristiche dell'abitato, che collega Piazza SS Annunziata con Porta al Sole.

La mattina   visita al borgo di Monteriggioni 4 km

Cosa Vedere Monteriggioni.

Monteriggioni è un bellissimo nucleo fortificato al cui interno si trovano opere artistiche di rara bellezza.  

La Porta Franca o Romea, orientata verso Siena, che in passato era dotata di una cancellata che veniva abbassata in caso di pericolo e la porta di S.Giovanni, orientata verso Firenze, che si apre nelle mura ed è difesa da una delle torri del perimetro fortificato.

Piazza Roma, il cuore del borgo in origine "a sterro" senza pavimentazione, è stata lastricata intorno al 1960. Adiacenti troviamo giardini e orti che permettevano la sopravvivenza della popolazione anche in caso di assedio.

Le mura e i suoi quattordici torrioni perfettamente conservati. Vengono organizzate visite guidate sui camminamenti medievali.

La chiesa di Santa Maria Assunta, in stile romanico e gotico, costruita nel 1219 è composta da una bellissima facciata policroma in travertino e pietra serena, da un portale con decorazioni in laterizio e da un campanile risalente al XVIII secolo. All'interno si possono ammirare due tabernacoli del XV secolo, la Madonna di Lippo Vanni, un crocifisso ligneo e la campana donata dalla Repubblica di Siena nel 1298.

Chi vorrà partecipare al pranzo di Pasquetta sarà possibile prenotare al ristorante le  Caselle dove è possibile sostare con i camper e dove sarà possibile mangiare la bistecca fiorentina. Loc. Badicorte, 13 Marciano Della Chiana ristorante le Caselle

70 km

In serata rientro a casa 98 km

Regioni

Ultimi inserimenti

Keyword density